Modulo 2 – Leadership & Management

Leader=Idea vs. Manager=Direzione

Il 14 gennaio 2021 ho iniziato un nuovo capitolo della mia vita: sono tornato sui banchi di scuola e questa è la storia del mio anno al corso in preparazione all’esame federale in web project manager della DigitalStrategies Academy.

In questo secondo post ti racconto cosa ho appreso nel modulo 2, quello dedicato alla Leadership e Management.

Manager vs. Leader

Cosa vuol dire essere un bravo manager?

Come si fa ad essere un buon leader?

Nel suo libro “Partire dal perché”, Simon Sinek afferma che una persona può essere una o l’altra e non insieme.

Questo perché un leader ispira, ovvero ci fornisce uno scopo e un obiettivo, spesso mettendoci la faccia. Un manager, invece, ci dice come arrivare all’obiettivo e lavora dietro le quinte. Per farla breve: uno è la mente, l’altro il braccio.

Ci sono, infatti, delle persone naturalmente portate per essere dei manager, ovvero più esecutivi e che cercano sempre modi più efficaci per raggiungere obiettivi diversi. Non importa per quale scopo o credo, loro trovano la via. Io, personalmente, credo di essere una di queste persone. Non solo nel mio lavoro quale coordinatore di eventi, ma anche nel personale e il mio blog ne è un esempio.

Ci sono poi persone che, invece, sono dei leader naturali. Sanno ispirare e letteralmente guidare le persone, motivandole passo dopo passo. Non perdono mai la speranza, perché sono convinte non solo di fare la cosa giusta ma di fare la differenza.

Grazie agli esempi riportati nel libro, ho subito abbracciato questa teoria.

Fino ad ora.

Si, perché durante questo modulo ho capito che in realtà una persona può essere entrambe le cose. Come mi ha risposto l’insegnante a mia esplicita domanda: “Bisogna essere un bravo manager coì da evolversi in un buon leader”. Risposta che lì per lì non mi ha convinto, ma riflettendoci successivamente, devo ammettere che ha un suo senso.

Questo non significa però che tutti possiamo essere dei bravi manager e dei buoni leader.

Sviluppare doti di pianificazione, organizzazione e coordinamento oppure saper ispirare e motivare non è necessariamente da tutti. Però possiamo provarci. Nel nostro piccolo, possiamo imparare a fermarci a riflettere su come agirebbe una o l’altra figura in una determinata situazione. Così facendo iniziamo a prendere coscienza delle differenze tra i due pensieri.

Ma non solo! Essere un bravo Web Project Manager richiede entrambe le abilità: bisogna avere abbastanza polso per riuscire a gestire e completare i progetti ma allo stesso tempo riuscire a motivare le persone che ti hanno commissionato e che partecipano al progetto .

Presentazioni, queste sconosciute

Ma essere un bravo manager ed un buon leader non è sufficiente. Bisogna anche essere in grado di presentarsi e presentare. Questo argomento è stato trattato nella seconda parte del modulo 2.

Cosa vuol dire fare una presentazione efficace?

Quali sono le abilità di un public speaker?

Ammetto che nel mio lavoro non ho esigenza di fare delle presentazioni e la maggior parte di quelle a cui ho assistito erano di tipo scolastico con slide piene di informazioni raggruppate in punti elenco (i quali non sono mai meno di 10) e che nel 90% dei casi venivano lette dall’insegnante parola per parola (una noia mortale).

Ma, sorpresa, queste non sono vere presentazioni!

Esempio Slide

Quanto illustrato ha scardinato completamente le mie (scarse) conoscenze in fatto di presentazioni, perché in realtà quelle che chiamano presentazioni a scuola, non sono vere presentazioni. Come dicevo prima: una slide con 10 punti elenco cozza con la regola basilare di una slide = un concetto. Anche il fatto di leggere le slide non è corretto, perché il discorso si deve costruire dalle slide, le stesse dovrebbero indicarti la via e non definire la presentazione. Il confine qui è sottilissimo ed è un attimo oltrepassarlo.

Andando oltre, abbiamo anche visto le abilità che un oratore deve padroneggiare. Sembra facile, ma non lo è. Un uso sapiente delle immagini e delle parole (da abbinare in modo coerente) così come la struttura della presentazione, gli effetti, il tono di voce. Tutti elementi che contribuiscono a rendere una presentazione interessante o noiosa.

Dopo questo modulo, non sarò sicuramente in grado di fare una presentazione efficace (non come quelle di tedX, per esempio), anche perché ci vuole un bel po’ di pratica. Tuttavia, so di aver posato le basi per cercare di rendere più interessanti le mie presentazioni, così da essere un leader migliore in grado, un giorno, di ispirare gli altri.

Dalla Leadership al Business

Questo è stato un modulo breve e durato poche settimane, ma ricco di spunti interessanti e, forse ancora più del primo modulo, con nozioni che potrò sfruttare sia a livello professionale ma anche a livello personale.

Dopo questi temi più “umani” è ora di tornare in un ambito a me più affine, ovvero tra i numeri con il modulo tre: Business Casing.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.